turismo liguria
turismo liguria

La rinascita delle Cinque Terre

E’ trascorso poco più di un anno dalla terribile alluvione che il 25 ottobre del 2011 colpiva, seppellendo sotto fiumi di acqua e fango, le bellissime Cinque Terre. Un duro colpo inferto a questa terra magnifica che, nonostante la difficoltà e i tanti interrogativi è riuscita a ritornare al suo antico splendore, forse ad amplificare ulteriormente il proprio fascino al punto da diventare, ormai, una tappa irrinunciabile della Liguria del Levante.

Quel che si nota ritornando in questi luoghi dopo un anno dall’alluvione è appunto la capacità che questa terra ha dimostrato di riuscirsi a sollevare, preservando quelle bellezze e quei mille tesori che l’hanno resa una delle mete più celebri al mondo. Oggi percorrendo le strade e i viali dei cinque paesi che fanno parte dell’area delle Cinque Terre ciò che si avverte forte è proprio il senso di riscoperta e di piacere nel ritrovare luoghi che forse si temeva di aver perso per sempre.

La vita qui scorre nella normalità e tutti sembrano aver dimenticato quello che ora rimane solo come uno spiacevole ricordo. Anche in autunno queste zone sono frequentatissime da un gran numero di turisti, soprattutto stranieri, che riempiono le camere di b&b e degli hotel nelle Cinque Terre, per potersi godere la bellezza del paesaggio che comincia a cambiare i suoi colori. Per quanto concerne il tour da seguire per una visita completa alle Cinque Terre il consiglio è sempre quello di partire da Riomaggiore, il più orientale dei cinque comuni, dove vi sembrerà di respirare l’aria dell’antica Grecia visitando la dimora di Telemaco Signorini o le rovine del Castello.

Di qui potete raggiungere Manarola e quasi obbligatorio è percorrere la via dell’Amore, sicuramente il sentiero più famoso delle Cinque Terre in quanto scavato nella roccia a picco sul mare. Si consiglia di percorrerlo al tramonto quando i colori del panorama diventano particolarmente suggestivi e romantici. Percorrendo la via delle Trasparenze marina potrete raggiungere da Manarola il comune di Corniglia , un borgo davvero incantevole con la sua natura rigogliosa e i suoi vigneti ove si produce un vino d’eccellenza.

Da non perdere Vernazza con le sue tipiche costruzioni di case torre; da non perdere il cuore della città, ovvero la piazzetta sulla quale si affacciano la Chiesa di Santa Maria di Antiochia e il suo bel campanile ottagonale. Ultima tappa del vostro tour tra le Cinque Terre è Monterosso che si distingue per la bellezza della chiesa di San Giovanni, per la Torre Aurora e per la Chiesa cappuccina di San Francesco.


Contenuti correlati...