Arco d’Augusto Rimini
Arco d’Augusto Rimini

A Rimini, l’Arco d’Augusto e tanti secoli di storia

Un arco trionfale o una porta di accesso. L’Arco d’Augusto dona alla città di Rimini tutto lo sfarzo degno di una antica città.

Rimini conserva un emblema di tutto rispetto, l’Arco d’Augusto. Unire al piacere della vacanza, l’atmosfera unica di una lunga storia artistica è possibile visitando l’Arco d’Augusto.

Rimini è una città nota ai turisti per le sue spiagge e i suoi locali alla moda. Un luogo amato dalle famiglie e dai più giovani. I numerosi parchi di divertimento che la circondano e che si estendono lungo tutta la Riviera Romagnola fanno sì che il soggiorno a Rimini si trasformi in breve in una vacanza indimenticabile. In realtà nessuno dei momenti che si trascorrono in un hotel di Rimini, in una spiaggia o in un locale può essere dimenticato facilmente. La mente viene affollata dai ricordi e dalla nostalgia. Quello che rende, però, ancora più affascinante Rimini è la sua storia. Numerosi sono i punti d’interesse che rendono Rimini una città d’arte. Fra questi spicca, primo fra tutti, l’Arco d’Augusto. Un monumento solenne e di notevoli dimensioni, armonioso e leggiadro nello stesso tempo. Venne eretto nel 27 a.C. in onore di Augusto. Le idee riguardo allo scopo per cui venne costruito il famoso arco sono discordanti. Inizialmente si pensava che in origine fosse un arco trionfale, ma i lavori di isolamento ultimati nel 1939 portarono alla conclusione che l’Arco era una porta urbana, legata sui due fianchi alle mura della città. Durante il medioevo l’Arco era conosciuto con il nome di Porta Aurea. Questo nome deve la sua origine alla doratura dell’epigrafe dedicatoria.

L’Arco d’Augusto è l’emblema di Rimini da almeno un millennio e merita di essere visitato dai turisti che amano l’arte, ma anche da coloro che vogliono rendere la loro vacanza un soggiorno fatto di divertimento e scoperte culturali.


Contenuti correlati...