viaggi all'estero
viaggi all'estero

Consigli per chi viaggia all'estero

Chi si appresta a organizzare delle vacanze all'estero deve tenere conto di alcuni suggerimenti e consigli che occorre mettere in pratica per viaggiare in totale sicurezza. Il primo consiglio è, ovviamente, quello di informarsi, su siti come www.darsenatravel.com: non solo per ottenere informazioni su voli, aerei, biglietti e spostamenti, ma anche per essere consapevoli dei luoghi in cui ci si sta recando. Soprattutto nel caso in cui si vada in posti in cui la situazione politica è momentaneamente critica (come può accadere per alcuni Paesi del Sud America, dell'Africa o dell'Asia), si può entrare in contatto con l'Unità di Crisi della Farnesina per verificare la situazione complessiva, eventuali problemi di sicurezza, la presenza di epidemie, e così via.

Nel complesso, è preferibile dotarsi della cosiddetta Team, vale a dire la Tessera Europea Assicurazione Malattia, necessaria per tutti i viaggi nei Paesi dell'Unione Europa, o di un'assicurazione sanitaria per tutti i viaggi nei Paesi al di fuori dell'Unione Europea. A questo proposito è opportuno scegliere anche un massimale adeguato, che consenta di coprire - per esempio - le eventuali terapie e le eventuali spese mediche di cui potrebbe esserci bisogno in caso di emergenza negli ospedali locali, ma anche un trasferimento aereo. Questo non vuol dire che chi viaggia all'estero debba vivere con la costante preoccupazione di incappare in un inconveniente, ma si tratta più semplicemente di precauzioni che è utile prendere per far fronte a eventuali imprevisti senza rimetterci: insomma, un modo per sentirsi sereni e al sicuro.

Nel caso in cui si ricorra a viaggi turistici organizzati, invece, è bene verificare con attenzione le assicurazioni sanitarie che fanno parte dei pacchetti di viaggio. Non bisogna mai dimenticare, infatti, che gli standard sanitari e medici al di fuori dall'Europa possono essere differenti da quelli italiani, e che le strutture private possono richiedere cifre molto elevate per le prestazioni più semplici. In caso di difficoltà o di bisogno di aiuto si possono sempre contattare le varie rappresentanze consolari e diplomatiche, che - però - non possono certo assicurare pagamenti privati, a meno che non si tratti di situazioni di particolare gravità: in questi casi vengono concessi dei prestiti con promessa di restituzione da rimborsare dopo il rientro in Italia allo Stato.

Come si può intuire, quindi, le informazioni necessarie a chi viaggia all'estero sono molte: che ci si rechi nell'Oceano Indiano o ai Caraibi, negli Stati Uniti o in Corea del Sud, in Australia o in Nuova Zelanda, in Brasile o alle Maldive, in Egitto o in Messico, così come in qualunque altra località, quello che conta è essere previdenti e prudenti, in modo tale da non andare incontro a brutte sorprese, sia che si viaggi da soli sia che si viaggi in compagnia.


Contenuti correlati...